Arrivare tra i primi posti su Google è una sfida che puoi vincere solo utilizzando gli strumenti giusti. Molti dei tuoi competitor sono sul mercato già da anni, e nel corso del tempo la loro presenza online si è rafforzata.

Come batterli, allora?

Intercetta le keyword utilizzate dai concorrenti e pianifica la tua strategia con SEMrush, un tool molto utilizzato dai professionisti del digital marketing. Lo strumento offre una serie di funzionalità utili in ottica SEO e SEM, fornendo in particolare dati riguardanti:

  • ricerche organiche
  • link in entrata
  • ricerche a pagamento
  • competitor organici

… e molto altro.

 

Il tool ti dà anche la possibilità di monitorare uno o più progetti (a seconda del tipo di sottoscrizione che utilizzi), in modo da ottenere sempre risultati puntuali e definire di volta in volta la migliore strategia SEO.

Non c'è niente di meglio che utilizzare questo strumento per iniziare ad effettuare un'analisi SEO del tuo sito o di quello dei tuoi competitor! Scopriamo assieme allora alcune delle principali feature con questa semplice guida.

 

Analizza e monitora un sito con SEMrush

Analizzare il tuo sito (o quello di un concorrente) con SEMrush è facilissimo. Accedi alla dashboard del tool e inserisci il dominio che desideri analizzare; prendiamo ad esempio “lakecomo.it”, con ricerca da Google IT.

 

Panoramica dominio di SEMrush

 

Panoramica dominio

I dati presenti in “Panoramica dominio” ci danno informazioni molto utili. Scopriamo, ad esempio, che il sito si posiziona tra i risultati di ricerca organici di Google per 16.300 parole chiave, generando così un traffico stimato di 36.000 visite mensili (stima calcolata mettendo in rapporto il volume di una determinata keyword con il click through rate medio della posizione che il sito in analisi occupa per quella keyword).

Questa feature di SEMrush è molto importante, perché permette di scoprire una vasta gamma di keyword che un competitor del sito potrebbe sfruttare in fase di ricerca parole chiave o per la redazione del proprio piano editoriale SEO.

Un altro dato utile è il numero di backlink: ci sono 6.200 link provenienti da altri siti, il che lascia intendere che lakecomo.it sia un sito piuttosto autorevole nel proprio settore (anche se, com’è noto, il solo numero di backlink non è un indice di qualità degli stessi).

 

Ricerca organica SEMrush

 

Più in basso nella pagina otteniamo altre informazioni interessanti. SEMrush ci dice infatti, nella sezione “Keyword di ricerca organica principali”, quali sono le parole chiave che portano più traffico al sito (grazie alla correlazione tra volume della chiave e CTR descritta precedentemente). 

Un’ultima funzionalità da tenere in considerazione, soprattutto quando ancora non si conoscono i propri potenziali competitor, è quella della sezione “Competitor organici principali”. Qui troviamo infatti un elenco di domini ordinati in base al numero di parole chiave in comune con il sito analizzato. 

 

Ricerca organica

Se stai leggendo questo articolo, probabilmente sarai interessato a scoprire come analizzare le parole chiave per cui il tuo sito, o quello di un tuo competitor, si posiziona su Google. La sezione “Ricerca organica” di SEMrush, presente all’interno di “Panoramica dominio”, fa al caso tuo! Vediamo quali sono le sue principali funzionalità.

 

Posizioni

Ricerca organica SEMrush

 

Oltre a fornire dati su trend di traffico e keyword del sito analizzato, la feature “Posizioni” permette di leggere un elenco dettagliato (in caso di sottoscrizione a pagamento) delle keyword per cui il sito si posiziona su Google. Puoi giocare con i filtri disponibili ed effettuare tutte le analisi del caso, ad esempio restringendo il campo solo alle parole chiave per cui il sito è presente in prima pagina oppure escludendo le ricerche branded.

 

Pagine e URL

All’interno della sezione “Pagine” SEMrush fornisce un elenco delle pagine del sito analizzato, ordinate di default per volume di traffico organico. La tabella mostra anche, per ogni pagina, il numero di keyword per cui la stessa si posiziona. La cosa interessante è che, se clicchi sul numero presente nella colonna "Keyword", SEMrush ti porterà in automatico alla sezione "Ricerca organica" della relativa URL: utilissimo nel caso in cui volessi integrare delle keyword nella pagina del tuo sito che tratta lo stesso argomento.

Quelle descritte finora sono solo alcune delle funzionalità offerte dal tool, ma rappresentano un ottimo punto di partenza per chi vuole iniziare ad utilizzarlo. Vediamo ora come avviare un progetto su SEMrush, in modo da tenere costantemente monitorato il sito di proprio interesse.

 

Avvia un progetto su SEMrush

I progetti di SEMrush consentono di effettuare un'analisi on-site del proprio sito e di monitorarne i posizionamenti, anche in relazione ad eventuali competitor. Tieni presente che un account gratuito ti permetterà di creare un solo progetto. Ecco come fare:

  • Nel menù a sinistra, all’interno della sezione “Progetti”, clicca su “Crea il mio primo progetto”. Inserisci il dominio che sarà oggetto della tua analisi e il nome del progetto.
  • Si aprirà una pagina dove potrai selezionare diversi tipi di analisi. In questo momento ci interessano principalmente Site audit e Position tracking.

 

SEMrush SEO

     

    Site audit di SEMrush

    Site audit è una funzionalità di SEMrush che ti permette di controllare l’ottimizzazione del tuo sito.

    Accedi allo strumento e imposta l’analisi del root domain (ad esempio: nomesito.it); lancia l’applicazione e preparati a scoprire i risultati. NB: La versione gratuita di SEMrush consente purtroppo di analizzare solo 100 pagine di un dominio.

     

    Site audit di SEMrush

     

    "Site audit" evidenzierà lo “stato di salute” del tuo sito e ti darà alcune indicazioni su errori ed elementi da correggere: attributi alt delle immagini mancanti, link rotti, pagine senza meta description, title tag duplicati, h1 mancanti… e così via.

    Una volta identificati gli elementi da sistemare, non devi far altro che correggerli uno ad uno in modo da migliorare le performance del tuo sito. Puoi anche confrontare i risultati dell’ultimo audit con altri più vecchi, e controllare se ci sono stati miglioramenti.

     

    Position tracking di SEMrush

    Questa funzionalità ti permette di monitorare il posizionamento delle keyword del tuo sito, anche in relazione ai siti competitor.

    Apri lo strumento "Position tracking" e imposta le configurazioni di base: root domain, device e location da monitorare. Poi, aggiungi i competitor che vuoi tenere sott’occhio. Nella schermata successiva aggiungi le keyword di tuo interesse (puoi farlo manualmente, oppure esportando le parole chiave da Google Analytics o dallo stesso SEMrush).

     

    Position tracking di SEMrush

     

    Avvia lo strumento e scopri come si posizionano il tuo sito e i siti concorrenti per le keyword inserite. Grazie a Position tracking riceverai aggiornamenti quotidiani sul posizionamento delle parole chiave.